Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
primi sui motori con e-max

A quanto pare il nome della cittadina marchigiana derivi dalla parole faber  e Janus. Sembra infatti che alcuni fabbri in periodo medievale furono coinvolti nella fondazione della cittadina intorno al fiume Janus. Comunque sia Fabriano fu presto un centro ben attivo da diversi punti di vista e come è noto vi nacque un artista di rilievo come Gentile da Fabriano. Oggi come oggi, il centro marchigiano è noto per diverse sue industrie (cartiere, elettrodomestici ecc.) ma ha un'interessante centro medievale e conserva diverse opere d'arte.

 fontanafabriano2.JPG

Del suo principale pittore (Gentile da Fabriano) non è rimasto più nulla, ma nelle chiese e nella pinacoteca civica vi sono pregevoli affreschi, quadri, sculture lignee ecc.. A parte Gentile infatti importanti pittore fabrianese fu Allegretto Nuzi e poi parecchio tempo dopo capitò a Fabriano anche il caravaggesco Orazio Gentileschi.

 

L'itinerario consigliato dovrebbe prevedere almeno una bella passeggiata per il centro storico, la visita della cattedrale di San Venanzio, della citata pinacoteca (dedicata a Bruno Malajoili), dell'Oratorio della Carità. Infine in S.Domenico, nelle immediate vicinanze del frequentato Museo della Carta e della Filigrana sono visibili -in una cappella residua della precedente struttura- interessanti affreschi del periodo gotico.

Per la parte gastronomica si consiglia poi di gustare qualcuno dei salami locali ed alcuni piatti della tradizione marchigiana.