Italian English French German Portuguese Russian Spanish

vacanze

  • Autunno alle Terme di Abano

    settembrealletermeL'estate è terminata ma le giornate, ancora relativamente calde e il tempo sereno, ti offrono l'opportunità di concederti ancora qualche giorno di vacanza.

    Se è il tuo caso, ti invitiamo a scegliere una meta che ti stupirà piacevolmente date le ampie possibilità di svago e non solo relax.

    Le terme di Abano, che solitamente identificano una meta per un pubblico agé,negli ultimi anni offrono un calendario ricco di idee per apprezzare i Colli Euganei e la campagna circostante.

    Sono 15 i Comuni che si trovano in questa zona famosa in tutta Europa per le sue acque termali curative.

    I Colli Euganei oggi sono area protetta grazie al Parco dei Colli Euganei che regala uno spunto interessante per passeggiate attraverso sentieri delineati che presentano la flora e la fauna tipici di questi boschi.

    Molti quindi gli eventi legati apercorsi naturalistici con passaggiate a piedi, a cavallo, e in bicicletta grazie alla presenza di un anello ciclabile che permette di toccare i punti di maggiore interesse lontani dal caos della strada provinciale.

    L'autunno alle terme di Abano è uno dei periodi migliori per cogliere sfumature di colori suggestive e per assaggiare i prodotti locali legati alla tradizione veneta e al momento della vendemmia.

    Quest'ultima attira molti turisti che da poco posso finalmente apprezzare il Museo del Vino dei Colli Euganei dove conoscere le 13 varietà di uva che vengono coltivati in questa terra.

  • Castell'Arquato, caratteristico borgo medievale

    3260247120 50447eebb7 bSe ami il Medioevo e cerchi una meta per le tue prossime vacanze, il borgo di Castell'Arquato in provincia di Piacenza fa al caso tuo. Posta nella val d'Arda, a pochi chilometri dall'abbazia di Chiaravalle, questa città conserva numerose testimonianze artistiche ed architettoniche del periodo che va dal dodicesimo al quattordicesimo secolo, ma anche di altre epoche; oltre all'aspetto culturale, il centro dell'Emilia Romagna offre al turista anche manifestazioni e intrattenimenti che si svolgono soprattutto nel periodo estivo.
    Come molti borghi italiani Castell'Arquato ha mantenuto la struttura tipicamente medievale: il centro del paese è dislocato su una collina e organizzato su due livelli, la parte bassa in cui trova il torrione Farnese, e quella più alta dove sorge la maggior parte dei monumenti, come la collegiata, la Rocca e il palazzo del Podestà.
    L'edificio che prende il nome da una delle famiglie più influenti del tempo è una costruzione a scopo difensivo di cinque piani collegati da una scala a chiocciola; l'architettura è in laterizi e all'esterno presenta un loggiato e archi a tutto sesto su ogni lato: le fonti riferiscono che fu avviata tra il 1527 e il 1535 e conclusa tra il 1545 e il 1575.

  • Diverse proposte per le vostre vacanze a Rimini

    riminiChe siate appassionati di cultura, giovani in cerca di divertimento, coppie desiderose di trascorrere qualche giorno di relax oppure famiglie con bambini, Rimini è sicuramente la meta più indicata per i vostri soggiorni al mare!
    Questa graziosa cittadina offre infatti tutto ciò che state cercando, proponendo vacanze a prezzi competitivi e modellate sulle esigenze di ciascuno.

    Per tutti i ragazzi desiderosi di vivere dei giorni indimenticabili all'insegna della movida e del divertimento, vengono messi a disposizione da numerose strutture ricettive speciali formule in Bed and breakfast con colazione servita fino a tardi ed a prezzi assolutamente imbattibili!
    Sarà quindi possibile assistere a spettacoli straordinari, partecipare ad eventi attesissimi tra cui la Molo Street Parade e la Notte Rosa, presenziare a scatenati party a tema presso i locali sulla spiaggia e le discoteche più in voga approfittando di tariffe scontatissime!
    Gli amanti della cultura potranno soggiornare in mezza pensione, approfittando per visitare durante il giorno i monumenti della città e le splendide rocche situate nel vicino entroterra, tutte ottimamente conservate e depositarie di storie e leggende davvero emozionanti!

  • ESTATE IN CALABRIA: SULLA COSTA DEGLI DEI LE VACANZE DEI TUOI SOGNI

    3698479538 bf5702bf50 zAll'interno del panorama nazionale ed internazionale senza dubbio è la Calabria una delle mete turistiche più amate e gettonate; sempre più, infatti, sono i visitatori che ogni anno e in qualsiasi stagione approdano in questa regione alla ricerca dei suoi straordinari sapori e sempre più in aumento sono i dati che affermano l'incremento di turisti che organizzano il proprio soggiorno optando per l'affitto di una casa vacanza, come riportato anche dal portale Il Sole24ore; il soggiorno in una casa vacanza è la soluzione più comoda per godersi relax e divertimento e progettare escursioni e itinerari in totale libertà. Una vacanza in Calabria è l'occasione ideale per scoprire e apprezzare le sue infinite virtù: natura incontaminata ;architettura, arte e cultura; le spiagge dalla sabbia finissima e il mare che le bagna. In particolare le mete balneari della Calabria sono famose in tutto il mondo e, tra queste, sulla Costa Degli Dei, le rinomatissime Tropea e Capo Vaticano.

    Tropea è una graziosa cittadina formatasi su una rocca granitica che irrompe a strapiombo sullo splendido mare del Tirreno; secondo la leggenda fu fondata da Ercole quando di ritorno dalla Spagna sbarcò sulla spiaggia e per questo venne denominata Porto Ercole, conservando questo nome fino al V secolo dopo Cristo. La sua storia ha visto un susseguirsi di insediamenti di popolazioni: Bizantini, Normanni e Aragonesi ambirono alla sua conquista soprattutto per la sua strategica posizione sul mare.

    Numerosissime sono le cose da vedere a Tropea e gli itinerari culturali e paesaggistici che propone:

     il centro storico di Tropea, dove  si possono ammirare palazzi nobiliari risalenti al Settecento e Ottocento e pieno di viuzze in cui si stagliano case incastonate nella roccia ;

     le molte  chiese presenti nei vari angoli di Tropea interessanti per le opere d'arte che contengono e per la loro antica origine come il Duomo, eretto circa nel 1100 sui resti di un cimitero Bizantino, o la chiesa di Santa Maria dell'Isola, ormai simbolo turistico della Calabria per la sua particolare posizione: è situata su una roccia e dal suo interno  una stradina conduce direttamente sulla spiaggia sottostante;

  • Guida alle spiagge di Los Angeles

    Los AngelesLe spiagge della California godono di una certa notorietà, e città come Los Angeles sono ormai da tempo mete predilette dai viaggiatori europei.
    Eppure capita spesso che chi visita la costa del Golden State
    alla ricerca di un mare da Caraibi, rimanga spesso deluso di fronte ad un Oceano Pacifico che va di fatto considerato un mare più da surfisti che da bagnanti, pur offrendo paesaggi altrettanto suggestivi.

    Compito de Il Los Angeles - il Magazine per gli Italiani a Los Angeles - sarà dunque quello di suggerirvi autentiche perle e meravigliosi litorali desolati, in cui non è raro trovare una natura incontaminata e acqua cristallina.

    Con una cinquantina di chilometri di splendide spiagge, Los Angeles rimane il sogno di chi ama il sole, il surf e il relax. Dalle battigie più esclusive di star e billionaires a quelle più alternative e gettonate e alle onde perfette per i surfisti, vi proponiamo la classifica delle spiagge più seducenti della città.

     

    Al primo posto c’è Malibù, spiaggia esclusiva per divi del cinema e milionari. Con oltre 43 km di spiagge racchiuse tra l’oceano e la mitica strada costiera Pacific Coast Highway, le frastagliate montagne della Santa Monica Mountains National Recreation Area fanno da sfondo ad alcune delle spiagge più famose d’America: Malibù State Beach, Topanga State Beach, la leggendaria Surfrider Beach, adiacente al Malibù Pier(molo), paradiso dei surfisti, ma anche Zuma Beach, tra le più ampie della Contea di Los Angeles, e Manhattan Beach,piena di giocatori di pallavolo e americani tipici (forse la migliore rappresentazione del California Dream).

  • il mio Viaggio in Ghana. Tra cerimonie e festival

    Viaggio in Ghana

    In questi appunti di viaggio vorrei raccontarvi quello che ho vissuto nel mio ultimo viaggio,quando ho deciso di avventurarmi in un paese che ancora non conoscevo e di partire per delle vacanze in Ghana.

     

    Dovete sapere che ogni anno verso la fine di Aprile i Krobo del Ghana danno vita ad una delle piu' spettacolari cerimonie d'iniziazione dell'Africa, chiamata " Dipo" e riservata alle ragazze.

    Attraverso riti ancestrali, le ragazze vengono iniziate al ruolo di madre e sposa,le adolescenti sono svestite dei loro panni di bambine per essere rivestite di perline(murrine), prodotte dagli stessi Krobo,in quel momento il villaggio è animato da danze e ritmi di festa ma già prima le ragazze devono sottoporsi ad una serie di rituali e prove da superare per dimostrare d’essere pronte per la vita da adulte. Questa è una delle tante cerimonie ancestrali alla quale ho potuto assistere andando in Ghana.

     

    Durante il tour ho attraversato Accra ,capitale del Ghana, che ha saputo mantenere la propria specificità nonostante il veloce sviluppo di cui si è resa protagonista,ho visitato il parco nazionale di Kakum ubicato nel cuore della foresta e famoso per il suo canopy e sono passato per Cape Coast e visto il suo castello(riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’umanità e che accoglie oggi un interessante museo sulla tratta degli schiavi.),ma la spettacolare magia dell'Africa mi è stata data sempre dai riti magici e antichi che sono ancora così importanti per queste popolazioni.

     

    Oltre al rito del paesaggio all'età adulta sono rimasto fortemente colpito dalle celebrazioni svoltasi a Kumasi,la capitale storica e spirituale del vecchio regno Ashanti. L’attuale città si allarga fino alle colline. Il suo fantastico mercato centrale e’ uno dei piu’ interessanti dell’Africa. Ci si puo’ trovare di tutto : oggetti in pelle, terracotta, stoffe e ogni genere di verdura e frutta tropicale. Il Palazzo Reale, nella sua sezione adibita a museo, ci aprirà le porte per mostrarci importanti pezzi di arte ashanti.

     

    Le celebrazioni piu' importanti avvengono durante il Festival Akwasidae. Nel calendario degli Ashanti alcune giornate sono chiamate Akwasidae e corrispondono all’inizio del mese secondo il calendario tradizionale. Queste feste sono celebrate in onore degli antenati,dopo riti sacrificali con cibi particolari e offerte sui troni degli antichi re, ecco la grande celebrazione di gioia. Sotto dei panni colorati siede il Re, vestito di tessuti vivaci e coperto di antichi gioielli d’oro . Davanti a lui c'e' una doppia fila formata dai dignitari con diverse funzioni: portatori di spade, guardiani armati di fucili a polvere, portatori di coltelli utilizzati per le esecuzioni, portatori di ventagli di piume di struzzo. Di fianco al re sono seduti gli anziani e i consiglieri.

     

     

    Durante la ceremonia i cortigiani offrono i loro regali, i griots recitano la storia dei re ashanti, i suonatori dei tamburi e delle trombe d’avorio scandiscono il ritmo della celebrazione. Danzatrici, avvolti in tessuto rosso eseguono danze tradizionali caratterizzate da un’alternanza di movimenti dolci e di spostamenti veloce da una parte all’altra.La cerimonia e' fantastica.....niente e' piu' spettacolare in questa terra che la memoria del passato.

  • Il Parco della Versiliana: dove natura fa davvero rima con cultura

    parco-versiliana-pietrasanta

    Incastonato tra Marina di Pietrasanta e Forte dei Marmi, il Parco della Versiliana è una foresta di alberi secolari affacciata sul litorale, antica quanto la stessa pianura.

    Un’area che si estende per 800.000 metri quadri e che, tra tagli e rimboschimenti, è giunta fino a noi pressoché intatta, preservando, al suo interno, rare specie arboree e un’estesa varietà paesaggistica.

    Senza dubbio uno dei fattori che hanno reso la Versilia un luogo di villeggiatura tra i più rinomati d’Italia.

    Qui lecci e pini marittimi si alternano a radure percorse da fiume bordeggiati di cannucce e ‘lame’, i caratteristici ristagni d’acqua della zona.

    Al suo interno vivono come animali dai nomi favolosi come gallinelle d’acqua e ballerine gialle, cinciallegre e martin pescatori, scriccioli e verzellini.

  • PORTO CESAREO: PERLA IONICA DEL SALENTO IN PUGLIA

    porto cesareoPorto Cesareo, ormai considerata una delle mete turistiche più gettonate del Salento, è importante anche per l’antico Porto Sasinae. Se amate le spiagge, il mare cristallino, le dune di sabbia, e vorreste trascorrere la vostra vacanza a Porto Cesareo, sul portale turistico SALENTOCASAVACANZA.IT c'è una vasta scelte di offerte per appartamenti e case vacanze vicino al mare ed alle stupende spiagge.

    La città di Porto Cesareo ha origini molto antiche ed era conosciuta in epoca pre-romana proprio per il Porto, fu fondata dagli abitanti di Saseno, piccola isola dell’Albania.
    Nel V secolo a.C. gli abitanti di Saseno approdarono sulle coste Ioniche e si affermarono, da subito, come abile popolo di commercianti e pescatori. Successivamente arrivarono i Micenei, poi i Messapi, i quali, provenendo probabilmente dall'attuale Albania, per la facilità di approdo e per la vicinanza, si erano stabiliti su tutto il territorio pugliese già intorno all' VIII secolo a.C.
    Dopo diversi anni, intorno all’anno Mille, nel paese ormai distrutto e semi abbandonato, si insediarono i monaci basiliani, i quali costruirono un’abbazia grazie alla quale ci fu la rinascita del centro urbano. Fu chiamata Cesaria, nome derivante dai Greci, e, come spesso succede in presenza di porti commerciali, il centro di estese e si ingrandì.
    Con il feudalesimo, il territorio e il centro si ingrandirono ed incominciò la fase di urbanizzazione. La cittadina faceva parte del più vasto e vicino comune di Nardò, e, per volontà del Vescovo, fu costruita nel 1880 la Chiesa della Madonna del Mutuo Soccorso, che si unì alla Cappella di Santa Cesarea del ‘600.

  • Puglia e Salento, una delle mete più amate al mondo

    3.675

    salento-23-Il Salento è sicuramente una terra magica, ricca di storia, cultura e bellezze naturali. Chi trascorre le proprie Vacanze in Salento,indubbiamente rimane incantato dalla bellezza dei suoi paesaggi, dei suoi numerosi luoghi di interesse e dall’atmosfera unica e inebriante che questa terra meravigliosamente offre.

     

    E’ proprio vero, la Puglia e il Salento sono una delle mete più amate al mondo come destinazione turistica... non è possibile descriverle solo con leparole, o solo con leimmagini, vanno vissuti attraverso i sensi, ascoltare i loro ritmi, assaporare i piatti tipici, guardare e ammirare gli splendidi paesaggi, inebriarsi con i profumi, toccare con mano ciò che offrono ad ogni passo, in ogni momento.

  • Puglia: Paradiso Made in Italy

    salento-23-La Puglia è stata da sempre una terra dai mille sapori e dalla cultura forte, forgiata dai suoi stessi abitanti che hanno nei secoli subito colonizzazioni da molti popoli. La Puglia è una terra di conquista e ne sono testimonianza i vari castelli e le torri d'avvistamento, veri e propri gioielli d'architettura che in passato sono stati luoghi di epiche battaglie.

     

    Lo Stivale d'Italia, così è stata soprannominata la regione pugliese, è anche culla di civiltà antichissime. Grazie alla vicinanza geografica con la vicina Grecia, è sempre stata una sorte di ponte tra le culture occidentali e quelle orientali. Da qui provengono riti pagani e tradizioni popolari, ma anche forti legami con lo spirito.

     

    Stiamo parlando di una regione che si offre a tutti e lo fa anche attraverso la natura: il rispetto per l'ambiente e la tutela dei paesaggi ha fatto in modo che la Puglia si dotasse di un ambiente protetto. Famosi in tutto il mondo il Parco Nazionale del Gargano e quello delle Murge, così come è famoso il territorio dei Trulli di Alberobello, che portano fino ai giorni nostri la tradizione della pietra lavorata a secco, oggi considerati patrimonio dell'umanità dell'Unesco.

  • Speciali vacanze di Natale a Cattolica

    natale-a-cattolicaSpeciali vacanze di Natale a Cattolica

     

    In ogni momento dell'anno, Cattolica accoglie visitatori e turisti con l'allegria e il calore tipici della Romagna. Se stai pensando a come trascorrere le vacanze di Natale cerca tra le proposte di hotel a Cattolica, la soluzione più adatta alla tua famiglia: la città ti conquisterà con la sua atmosfera festosa e le sue tante attrazioni.

     

    Spostamenti rapidi e convenienti

     

    La sua fama come città di villeggiatura estiva era nota anche a Dante Alighieri. In effetti, la città affacciata sul mare Adriatico, ogni anno, accoglie moltissimi turisti italiani e stranieri attratti dalle spiagge più volte premiate con la Bandiera Blu. I lidi bassi e sabbiosi sono facilmente accessibili e sicuri anche per i bambini; le numerose spiagge attrezzate offrono piacevoli attività con cui arricchire le giornate di vacanza. La città si raggiunge facilmente in treno o in automobile e rappresenta un punto di appoggio molto comodo per visitare anche le altre città dell'Emilia Romagna o delle delle regioni vicine, come Urbino, Firenze e Venezia. Trovare una sistemazione in questa piccola cittadina è facile e conveniente: il suo successo è legato anche all'ampia offerta di hotel a Cattolica. Puoi trovare raffinati alberghi di ispirazione felliniana o soluzioni molto confortevoli che permettono di apprezzare la quotidianità di questo antico centro marinaro.

  • Un Paradiso chiamato Salento.

    evvaivacanzesalentoEsiste un paradiso dove i colori del mare si intrecciano con il cielo, dove i profumi e i sapori inebriano i sensi, dove la bellezza del paesaggio si mischia a cultura e tradizione: questo è il Salento.

     

    Una terra magica, affermano in molti, divenuta negli ultimi anni meta turistica richiestissima per le incantevoli coste tra le più belle d’Italia e di tutto il Mar Mediterraneo: scogliere e paesaggi che si alternano a lunghe distese di spiaggia bianchissima e finissima bagnata da acque limpide e cristalline.

     

    Vivere una vacanza nel Salento vuol dire vivere un perfetto connubio tra sole e mare, grazie alle sue splendide spiagge: Porto Cesareo, Gallipoli e le marine di Ugento e di Salve sul versante ionico;  sulla costa adriatica invece, i granelli di sabbia ricoprono i litorali di Torre dell’Orso e Otranto.
    Per chi ama la natura e la scogliera frastagliata da paesaggi mozzafiato può raggiungere il Salento occidentale fino all’estremo sud nel tratto che va da Santa Cesarea Terme, passando per Castro e terminando fino a Santa Maria di Leuca.

     

    La penisola salentina è caratterizzata da un territorio unico e particolare, dove si possono incontrare stupendi angoli di natura incontaminata oppure infiniti oliveti e vigneti delimitati da caratteristici muretti a secco e da piccole stradine.
    E’ proprio da queste piccole stradine, tra le campagne, che nasce la sua storia ricca di cultura, folklore e tradizione come la pizzica.
    Ogni città come Gallipoli, Otranto, Lecce, sono rari gioielli che custodiscono palazzi nobiliari, antichi casolari, masserie, pajare, chiese barocche, Dolmen e Menhir.

    Il Salento è un paradiso che aspetta solo di essere vissuto, è la meta adatta per vivere una vacanza da sogno a contatto con la natura per poi essere cullati dalle onde del mare.

  • Un tuffo dove… la terra è sempre più verde

    cosa-fare-a-sciaccaLa nostra bella penisola offre coste splendide e dalle acque cristalline.

    Negli ultimi anni la Sicilia è diventata meta adorata dai turisti con flussi elevati anche dal turismo inbound. Visitando la trinacria, infatti, si può godere di viste magnifiche, tramonti stupefacenti e strutture architettoniche uniche. 

    I paesaggi tipici, tra il blu del mare e il giallo arido delle colline, dal cielo limpido, quasi sfocato all’orizzonte per via del troppo caldo, sono uno spettacolo a cielo aperto che Monet non avrebbe perso occasione a cristallizzare nelle sue opere.

    Parte integrante di tali panorami è la terra, dall'aspetto tavolta austero e a tratti duro ma, che, regala alla popolazione delle belle speranze.

     

     Gli agrumeti

    La Sicilia apporta al resto d’Italia il 70% degli agrumi presenti nel mercato, esportandone anche un gran quantitativo all’estero. Una passeggiata nel bel mezzo di queste colture non può essere esclusa, dunque, dalle tappe obbligatorie siciliane. Dove, un buon succo fresco, un profumo inebriante di aria incontaminata e l’energia sprigionata dalle piante coinvolgono i sensi e regalano forti emozioni.







Italia Itinerari - La migliore risorsa per i tuoi viaggi

Naviga sul sito e pubblica i tuoi Itinerari. Cerca la migliore meta per le tue vacanze. Se vuoi scoprire di più su ItaliaItinerari.it naviga nella sezione "Come Funziona"